VACANZE SÌ, MA CON STILE


UNA TURISTA… ALLA MODA ~

Ho una mia particolare tradizione: prima di ogni viaggio scelgo un libro.

Vado alla più vicina Feltrinelli, un posto magico, quasi mistico per tutti gli appassionati di libri. Spesso mi fermo ore e ore davanti agli scaffali in cerca di un libro che possa accompagnarmi nell’esperienza che andrò a vivere. Questo perché per me ogni libro nasconde con sé un viaggio e così passo dopo passo, il viaggio porta con sé un libro, ed entrambi creano un mondo che forse è un pò solo mio.

Questa settimana infatti ho avuto il piacere di poter unire due delle mie più grandi passioni, i libri e la moda. Ho avuto un’occasione “rara”. Uso le virgolette proprio perché  secondo me la moda non è solo una questione di passerelle e di sfilate, ma dovrebbe essere una filosofia di vita. Moda è la vita che viviamo tutti i giorni, per fare la spesa, per andare al cinema, per ogni istante della nostra giornata.

Così – in questa nuova veste post #Siciliescion – questi due mondi di Vea si sono incontrati e ve li voglio raccontare.

Tubino bianco della Derhy con pannelli di tessuto stampato a fiori
Tubino bianco Dhery, fantasia floreale, indossato da Veronica Schirripa.

Sono uscita di casa martedì mattina indossando un vestito lungo bianco della collezione Derhy.

Il modello era semplicissimo e perfetto per un’uscita molto casual: il tubino bianco è leggerissimo e cade in maniera morbida fino al ginocchio e rivestito con pannelli di tessuto stampato a fiori. La parte superiore, invece si restringe sul collo e ha delle bretelle bianche.

I fiori, di vari colori quasi a voler dipingere la primavera, abbattevano la monocromia e davano un’aria molto più informale e disinvolta.

Questo outfit ha rappresentato pienamente il mio stato d’animo! Infatti quella mattina, ero alla ricerca di un libro che mi accompagnasse per il viaggio verso Gallipoli che avevo organizzato per quel weekend con le mie amiche, per celebrare….. un addio al nubilato! Non il mio (non è ancora arrivato il mio momento) ma di una delle mie migliori amiche.

Ricordo tutti i momenti della nostra amicizia: ci siamo conosciute sul tatami perchè da piccole frequentavamo la stessa palestra di karate e da quel momento in poi siamo cresciute insieme: abbiamo condiviso gli esami di stato; le gare di karate, le vittorie e le sconfitte; i primi successi nella vita da adulte fino al momento in cui mi ha dato la lieta notizia. Ero al settimo cielo, contenta ed emozionata come lo sono stata poche volte nella vita e questo look così radioso sembra quasi volermi assecondare. Nonostante lo stile casual, mi è sembrato di vestire i panni della “damina” o meglio….della “sposina”!

Infatti, ho un colore per ogni cosa e il bianco è il colore dell’amore, della famiglia, della felicità. Ancora una volta, Angela e Fabio di “Sportivo Emozioni Sensazioni” sono riusciti a comprendere alla perfezione questo mio stato d’animo e mi hanno permesso di esprimerlo così, con la semplicità e con uno stile che sento sempre più vicino a me.

Quando ho indossato l’abito mi è piaciuta anche la sensazione che mi ha dato. Grazie, infatti,  all’esperienza passata con Siciliescion ho imparato ad apprezzare anche quelli un po’ più  lunghi che prima non erano, da me, molto amati perché temevo mi “accorciassero” la figura. Ho, così, avuto modo di smentire questo falso mito. Adoravo la sensazione del tessuto sulla pelle quando il vestito era mosso dal venticello (o dall’aria condizionata). Era come una  carezza.

E mi faceva impazzire l’idea di far sollevare il velo girando su me stessa come le bambine (ho ancora queste uscite bizzarre) perché mi sentivo leggera, come una piuma, o meglio come la Neve di Maxence Fermine.

 

CLASSICO… MA COLORI ~

Prima della partenza, l’idea era quella di passare una serata in tranquillità a ritmo di musica, in un luogo un pò più fresco. In estate, infatti, Catania si trasforma in una fornace e io soffro tantissimo il caldo. Gli appassionati del “Trono di Spade” capirebbero se dicessi che in questa stagione mi sento molto una ‘Figlia dell’inverno’. Soprattutto ora che sono in vacanza, per non restare a casa sotto il climatizzatore, cerco sempre di dividermi tra il mare la mattina – dove posso tuffarmi in acqua e non uscire più-  e la montagna il pomeriggio. Ed infatti, prima della partenza, sono andata alle pendici dell’Etna, a Nicolosi, per cercare di riprendermi da questo caldo. Ho trascorso  fuori sono un’oretta perché dovevo rientrare a casa per completare i preparativi per l’imminente partenza. Infatti, sono la classica persona che quando deve partire anche per tre giorni si porta dietro una montagna di vestiti, accessori, scarpe, borse, costumi, trucchi, come si dice da queste parti “mezza casa”, per cui impiego ore e ore a sistemare, piegare, ricontrollare. 

Per questa breve passeggiata ho scelto un outfit interamente firmato Guess super colorato!

Completo total guess

I pantaloni stretti sulla vita ma leggermente a “Zampa di Elefante” davano un pò  un look anni ‘90-80. Ricordo infatti che si usavano tantissimo quando io ero davvero molto piccola e li vedevo indossati alle mie cugine che erano molto più  grandi di me. Ultimamente infatti sto notando un “revival ” di certi look del passato e la cosa mi piace tantissimo!

 

 

In questo modo, infatti, abbiamo un pò tutti la possibilità di uscire quei capi che magari tenevamo nascosti nell’armadio da un pezzo perché “fuori moda”, ma soprattutto abbiamo la possibilità  di giocare con le “vecchie” e le “nuove” tendenze per creare qualcosa di unico, di completamente diverso.

 

Ad esempio questi pantaloni secondo me incarnano perfettamente questo spirito: racchiudono un pezzo dello stile del passato, ma i colori vivaci e molto caldi rispecchiano la tendenze di questa estate. Li ho abbinati con un top bianco con alcuni inserti in pizzo molto particolari, che gli davano un tocco di eleganza. L’ho semplicemente amato. Infatti io adoro i capi in questo tessuto, perchè oltre a essere leggerissimi sono anche molto femminili. A casa nel mio armadio ho un sacco di top, di camicie che hanno anche un piccolo dettaglio in pizzo, per cui non potete immaginare che gioia quando “Sportivo Emozioni Sensazioni” mi ha proposto di indossare uno del loro negozio! Camminando per le strade, mi sono sentita una specie di hippie del 2017, ma molto più chic. Una donna sicura di sé e di quello che vuole, elegante e moderna allo stesso tempo.

 

A MARE IN GIALLO! ~ 

Finalmente lo scorso weekend io e le mie amiche ci siamo concesse un piccolo “strappo alle regole” o meglio alla solita vita e in vista del matrimonio, siamo andate a Gallipoli per uno speciale “Addio al Nubilato”.

Conosciuta tra i giovani come la meta del divertimento, in realtà devo dire che ho vissuto questa meta in tranquillità, senza vedere né fare gli eccessi di cui spesso si racconta. Eravamo sei amiche, il divertimento era già con noi.

In quei giorni, abbiamo trascorso al mare quasi ogni momento della giornata, sia per il caldo eccessivo ma soprattutto per le splendide acque della costa pugliese: mai ho visto un mare così bello! Le acque erano basse e cristalline, dall’azzurro chiaro a quello più intenso. Mamma mia che spettacolo! Rimasi senza fiato! Non vedevo l’ora di tuffarmi!
In questa vacanza, ho avuto  la possibilità  di portare con me un bikini della Impronte Parah giallo e verde e con motivi che ricordavano le palme. La scelta di questo costume è stata davvero difficile. Infatti cercavo un modello a fascia, senza spalline in modo da non rovinare uniformità dell’abbronzatura e soprattutto qualcosa di fashion che mi permettesse di spiccare anche in quell’occasione. Dopo un po’ di ricerca trovammo il capo ideale. Grazie ai consigli di “Sportivo Emozioni Sensazioni” ho scelto un modello a fascia con una V centrale, coppe e delle bretelle che si annodavano dietro il collo (ma anche eliminabili).

Ma il bello non era ancora finito! Insieme al costume avevo ricevuto una sorpresa… un abito mare da indossare sopra il costume! L’ho adorato fin dal primo istante! Era perfetto per il mare! Infatti era un modello che aderiva perfettamente alle curve ma non in maniera “appiccicosa” e scomoda. Cadeva morbido disegnando la figura perfettamente! Mi sentivo una piccola sirena delle favole, come quelle di cui parlavano i fratelli Grimm. Finalmente non ho provato disagio a percorre le strade per andare in spiaggia. Questo perché non amo molto attraversare la città in costume o con indumenti che lo lasciano trasparire in maniera evidente, preferisco sfoggiare il bikini a mare. Per cui sono sempre alla ricerca di qualcosa di più “opportuno” da indossare per camminare per le strade, ma ogni volta è un problema perché con il costume bagnato il top si appiccica, cambia colore, il vestitino è troppo corto….tanto che a volte mi chiedo” Solo io mi faccio di questo problemi?” Questa volta, invece, mi sono sentita perfettamente a mio agio, sicura… e anche un po’ sexy (si, lo ammetto). Ed è una cosa un po’ strana per me, soprattutto nuova. Questo perché, nonostante le apparenze, fino a qualche tempo fa ero una persona abbastanza insicura del mio aspetto. Vivevo ogni attimo in maniera estremamente competitiva perché  avevo costantemente bisogno di dimostrare (forse in primis a me stessa) che potevo farcela, e queste piccole “vittorie” alimentavano la mia sicurezza. Ora invece sto vivendo una specie di “rivoluzione copernicana” un po’ grazie all’esperienza che sto vivendo, un po’ forse anche alla mia età.

 

Grazie anche a “Sportivo Emozioni Sensazioni” piano piano sto capendo che ormai (anche se nel profondo continuo a sentirmi così) non sono più un’adolescente, ma sto e devo diventare una donna. E la prima tappa si ferma al guardaroba: niente, più di un abito giusto, può farti cambiare prospettiva, può mostrarti sotto una luce diversa. Questo è quello che per ora mi sta succedendo. Sembra banale, ma per me non lo è. È un grande cambiamento, che lentamente  anche le persone che mi stanno accanto stanno notando.

 

PASSEGGIATA CHIC ~

Passeggiando tra le stradine del centro e del lungomare di Gallipoli mi era venuta in mente una canzone dei Sud Sound System, un gruppo salentino che nel suo brano “Le radici ca tieni” parlava dell’amore per la sua terra, bella e soleggiata. Ed è proprio così: infatti l’ultimo giorno di questa vacanza, nell’attesa di ritornare a casa, ho avuto  un po’ di tempo per visitare la città, le sue vie, la parte storica. Ho avuto modo di sentire il dialetto di chi ci abita tutto l’anno, dei mille dialetti dei turisti provenienti da tutto il mondo che affollavano la via principale e la piazza centrale. In questi casi, sono  la “perfetta” turista: fotografo ogni angolo un po’ più pittoresco, leggo le descrizioni dei monumenti, mi fermo costantemente ad ogni incrocio per osservare il più possibile, tanto che sono quasi sempre l’ultima della comitiva.

Quel giorno indossai un completo interamente della Coquelicot, composto da un paio di shorts e un top un po’ più  lungo che ho annodato a livello della vita. Ho scelto questo abbinamento perché ho pensato fosse ideale per una passeggiata sotto il sole, ma molto chic! Mi sentivo una vera turista, come quelle che vedi passeggiare tranquille e soprattutto…impeccabili nel loro outfit, quasi come se fossero delle piccole star, insensibili al caldo e allo stress del viaggio. Questo perché di solito, soprattutto nei viaggi in autobus come questi, ho sempre preferito abiti molto casual, che mi permettessero di stare comoda in ogni occasione anche se spesso ho dovuto  abbandonare l’idea di apparire un po’ più  fashion. Questa volta invece, ho avuto modo di unire l’utile e il dilettevole. È stato bellissimo camminare e ricevere i complimenti delle persone per il mio look! In passato mi è successo davvero pochissime volte e di questo posso solo ringraziare “Sportivo Emozioni Sensazioni”. Mi sono sentita anche io una piccola stella mentre passeggiavo per le vie del centro! Niente di quello che indossavo era eccessivo, ma era una sorta di “casual chic” se così posso definirlo.

I pantaloncini color pesca erano corti al punto giusto, ma il taglio leggermente a V allungava le gambe e mi faceva sembrare più slanciata e più alta! Questa era una cosa che mi piaceva moltissimo, soprattutto dati i miei 163 cm di altezza.

Il top lungo, era formato da piccolo bretelle dorate che si allacciavano con dei fiocchetti, cadeva morbido e poteva essere indossato sia dentro che fuori gli short. Personalmente  ho preferito fare un piccolo nodo con i due lembi e fermarlo sopra gli short, a livello della vita per dare un tocco in più casual in più.

Ma ciò  che ha attirato veramente la mia attenzione, erano i colori. I pantaloncini erano color pesca e il top a strisce verticali bianco, pesca, rosa antico. Sono dei colori molto chiari ma anche estremamente estivi. Li ho amati fin da subito, non appena li ho scorti al negozio.

Infatti, ricordo che quel giorno notai immediatamente questi colori caldi, che mi hanno trasmesso subito tanta energia e buonumore.

 

Forse è la dimostrazione pratica del detto “gli opposti si attraggono”: da che indossavo solo colori scuri, a ora che impazzisco per i colori! È stato un cambiamento lento ma che influenzato  molto la mia vita, e specialmente il mio umore. Fateci caso, i colori hanno un enorme potere di condizionare la nostra mente, o almeno per me è così. Indossandoli mi è sembrato quasi di ricevere per via diretta i raggi del sole, una fonte di energia pura che mi ha fatto ritornare il sorriso.

Grazie a “Sportivo Emozioni Sensazioni” che mi ha permesso di portare questo look in viaggio, anche io ho avuto modo di avere quell’aspetto impeccabile, estivo, spumeggiante  e solare che ho sempre sognato di portare con me e di avere in ogni momento.

 


Leave a Comment